SPETTACOLI ESTATE 2021

4 spettacoli nei weekend di luglio, nel parco del Palaz o nella sala a piano terra della casa in caso di maltempo, alle ore 18,30, con un momento conviviale accompagnato da una degustazione di vino o altre bevande per favorire la socialità tra pubblico e artisti a fine spettacolo. L’iniziativa è realizzata con il sostegno del Comune dell’Altopiano della Vigolana e di Fondazione Caritro. Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito con offerta libera.

IL CALENDARIO


SABATO 3 E DOMENICA 4 LUGLIO 2021
Dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18

IL QUADRO PARLANTE
Spettacolo per uno spettatore e un attore
I Teatro Soffiati

Prenotazioni: info@ilpalaz.it – 333 27 53 033 – 380 693 51 85
Ingresso libero con offerta

A fine spettacolo degustazione vino offerta da Cantina Furlani

Il Quadro Parlante è un’avventura scenica di pochi minuti ed è destinata ad uno spettatore e ad un attore soltanto. A dividerli c’è un quadro. Un piccolo teatro in cui si incontrano l’attore e lo spettatore. Ambedue esistono e si specchiano, si vedono e si ascoltano a vicenda come all’interno di un dipinto. A riempire lo spazio che li separa c’è una storia raccontata dalla viva voce dell’attore per un’esperienza potente, esclusiva e ogni volta unica. Un viaggio indimenticabile in un tempo sospeso e magico, a tu per tu con la vita e a contatto con le emozioni più vere. L’accesso all’installazione è consentito ad una persona per volta mentre gli attori impegnati potranno ruotarsi all’interno della struttura, per garantire nel tempo la qualità e l’energia delle diverse performance. Per ogni ora di spettacolo potranno vivere l’esperienza circa otto spettatori. La durata dell’esperienza può variare dai cinque ai sette minuti in base alle storie raccontate. E’ previsto un tempo di accoglienza e di accompagnamento presso l’installazione spettacolo.


SABATO 10 LUGLIO 2021 – ORE 18.30
IMMOBILI
scritto e diretto da Giulio Costa | con Elsa Bossi e Giulio Costa
produzione Bossi-Costa/Arkadis in collaborazione con Teatro de LiNUTILE
Premio Cervi 2011 – Menzione di merito

Prenotazioni: info@ilpalaz.it – 333 27 53 033 – 380 693 51 85
Ingresso libero con offerta

A fine spettacolo degustazione vino offerta da Cantina Furlani

Il ’900 italiano visto attraverso una Casa del Popolo nel modenese, “Rinascita”: nata nel 1904 per   dare spazio alle idee di tutti i lavoratori, bruciata da una squadra fascista nel 1921, ricostruita dalla collettività nel 1949, oggi a rischio di demolizione per assecondare il mercato immobiliare. Immobili è il racconto di coloro che coltivavano la speranza di un futuro comune e non immaginavano invece un futuro ‘a schiera’.



SABATO 17 LUGLIO 2021 – ORE 18.30
LA CONQUISTA DELLA FELICITÀ
Dialogo tra Bertrand Russell e Cassiopea

con Stefano Pietro Detassis | scene e costumi Maria Paola Di Francesco | luci Alice Colla
testo e regia Maura Pettorruso
una produzione TrentoSpettacoli

Prenotazioni: info@ilpalaz.it – 333 27 53 033 – 380 693 51 85
Ingresso libero con offerta

A fine spettacolo degustazione vino offerta da Cantina Furlani

Bertrand Russell, filosofo, matematico, attivista, pacifista, giunge agli ultimi istanti della sua vita. Novantotto anni pieni di lotte, di fallimenti, di amori, coronati dal premio Nobel per Letteratura. In quel breve momento fra gli ultimi pensieri della vita e l’affacciarsi della morte, si appresta a percorrere il suo ultimo frammento di tempo; alcune leggende raccontano di come, in prossimità della morte, la vita ci scorra davanti per l’ultima volta. Russell, abito elegante, sguardo stupito, fragile e potente, sale su una zolla di terra e inizia il suo ultimo viaggio alla ricerca del mistero della vita. Seduto su un masso, Russell ci racconta la sua vita, rivivendo una a una le sue grandi passioni: le sue donne e le sue lotte, in un continuo equilibrio tra estasi e sconfitte. L’uguaglianza di genere, l’opposizione alla guerra, la prigione, i viaggi, l’educazione, l’incontro con Einstein, l’amore libero, i diritti delle minoranze. Russell è in prima linea ovunque scorga ignoranza, discriminazione e prepotenza, per lui i veri ostacoli verso la conquista della felicità.